Intervista a Moreno Berva

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Il resto del mondo

Narrativa

Acquista online

11/09/2017

Moreno Berva nasce a Lugano nel 1955, studia semiologia e filosofia presso l’Università di Ginevra, dove consegue la sua laurea. Negli anni a seguire lavora nel campo della comunicazione e dell’editoria nei panni di copy-writer, scrittore, traduttore e redattore passando per i generi più vari come la letteratura, la cinematografia, il giornalismo, la pubblicità, la fotografia e il fumetto. Il suo incarico più recente è stato quello di sceneggiatore del film di Jacques Sarasin, L’enfer des dieux, ispirato all’opera del grande pittore svizzero Louis Soutter.


Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Moreno Berva, autore del libro “Il Resto del Mondo”.


Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
Finito il romanzo, mi mancava un titolo soddisfacente. Inizialmente, il protagonista lavorava per una rivista chiamata 'Il Mondo'. Poi, qualcuno mi ha sconsigliato questo nome perché un giornale con questo titolo è effettivamente esistito in Italia e esiste in altri paesi (Le Monde, Die Welt, El Mundo...). Per questo motivo, il titolo della testata è diventato 'Il Resto del Mondo' (da bambini, si giocava a calcio: il nostro quartiere contro 'Il Resto del Mondo'). A causa di questo cambiamento, il direttore, che si chiamava Carlo Stampa, è diventato – ovviamente – Carlino Stampa... Poi, ho trovato che, in fondo, si trattava anche di un buon titolo per il mio romanzo.
Quando e come nasce 'Il Resto del Mondo'?
Nasce dall'incontro con il pittore Pano Parini. Aveva creato una serie di diciassette quadri che teneva a pubblicare sottoforma di libro. Mi ha chiesto di scrivere qualcosa in vista di questa opera. Lentamente, le frasi sono diventate idee e le idee un romanzo. È prevista prossimamente la pubblicazione in grandezza naturale (ca. 50x40) di questo lavoro di Parini, ciascuna accompagnata da una frase tratta da un capitolo del mio romanzo (tradotta in quattro lingue). Insomma, si tratterà del complemento perfetto del mio romanzo, e viceversa.
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
Non proprio. Il tutto nasce da discussioni attorno a una buona bottiglia in momenti di amicizia dove si rifà il mondo e dove le utopie si incarnano in gesti.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Non ne ho. Solo un indirizzo e-mail: moreno.berva@aliasetidem.ch
Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Che cos'è per te un 'che'?
È una sciocchezza senza testa né coda.
Cosa le piace?
Buona cucina, buoni vini. Discutere: dal dialogo socratico allo sproloquio con humor.
Cosa non le piace?

La conversazione leggera. Il cibo industriale. I politici rampanti. L'aceto. L'esibizionismo. Gli apostoli della Verità e altri màrtiri. La carne di cavallo con il gorgonzola.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Una traduzione in francese o in tedesco.
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Non ho mai pensato di poter avere un pubblico ideale.

Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
La vita è una malattia sessualmente trasmissibile che conduce ineluttabilmente verso la morte.