Intervista a Giuseppe Palumbo

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Poesia e breve excursus sull'uomo

Poesie

Acquista online

09/10/2017

Giuseppe Palumbo nasce a Napoli il 22 gennaio 1980 è lì risiede; si diploma nel 1998 presso l’Istituto Liceo Scientifico statale L. B. Alberti. È dipendente dal giugno 2002 di Telecontact center, azienda del gruppo TIM; è sposato con Ruth Lambas Septama dall’ottobre del 2013.


Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Giuseppe Palumbo, autore del libro “Poesia e breve excursus sull'uomo'.


Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questa scelta?
Non credo che la copertina sia di grande impatto emotivo non essendo presente alcuna immagine evocativa ma soltanto il titolo dell’opera e il relativo sottotitolo; questo, per dare maggiore rilievo alla parte saggistica che, per quanto breve, ritengo esprima dei concetti importanti.
Quando e come nasce 'Poesia e breve excursus sull'uomo'?
Per quanto riguarda la parte saggistica, forse nasce circa 20 anni fa, quando, sin da adolescente, mi interessava capire che non tutti gli uomini si comportassero allo stesso modo ovvero, semplificando, che alcuni fossero più o meno “buoni” e altri più o meno “cattivi”; oggi direi che più o meno “altruisti” e che più o meno “egoisti”. In realtà l’opera, per come si presenta, è stata concepita pochi mesi prima della pubblicazione. Per quanto riguarda la parte poetica, si tratta di testi maturati circa dall'ultima pubblicazione del 2008,”Il sensuale divenire”.
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questo libro?
Direi di no; non è possibile sapere quando si scrive un libro se non quando è già compiuto.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Sono iscritto a facebook, qui in calce il link di rimando alla mia pagina:
Sono iscritto a facebook, qui in calce il link di rimando alla mia pagina:
https://www.facebook.com/giuseppe.palumbo.9615

Cosa le piace?
Le donne (anche se adesso posso “coltivarne” una sola essendo sposato!) e la musica, classica (Beethoven in particolare) e il rock britannico nei generi “hard” e “progressive” che va dalla metà degli anni ’60 alla fine degli anni ’70.
Cosa non le piace?
L’ignoranza in senso lato che è sempre sinonimo di tendenze illiberali e antidemocratiche: meno si sa e più si è persuasi di sapere. Sono pienamente d’accordo con Socrate.

Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o un'adozione universitaria?
Ovviamente sì per la traduzione, per una adozione universitaria sarebbe inadeguato; anche se, “le verità” ultime intorno al comportamento dell’uomo verso gli uomini che esprimo nella parte speculativa, potrebbero magari essere verificate o smentite attraverso un studio sulle civiltà passate e presenti indagando su quanto il loro modo di produrre l’economia abbia influito ed eventualmente determinato in ultima istanza il comportamento reciproco tra gli individui che le hanno costituite e che tuttora le costituiscono; sulla base di uno studio di questo tipo, l’opera potrebbe essere almeno citata.
Il suo pubblico ideale ha 20, 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
No, credo che l’opera possa essere letta e correttamente interpretata anche da giovanissimi purché abbiano interesse per l’argomento trattato e un minimo di autonomia critica.

Saluti i suoi lettori con un aforisma o una citazione che parli di lei e delle sue emozioni...
“Le relazioni tra gli uomini sono relazioni di utilità ispirate dalla Scarsità”;”La Scarsità e l’utilità non trovano posto nell'Abbondanza”.
Autocitazioni da “Poesia e breve excursus sull’uomo”.