Intervista a Lorenzo Rospo

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

È notte tarda

Poesie

Acquista online

23/10/2017

Lorenzo Rospo nasce il 17 aprile 1997 a Roma. È un aspirante di vita, concludere ogni forma d’arte è la sua passione. Lavora costantemente in due realtà: tra pitture e poesie. Appassionato anche di street art, attraversa ogni momento per riprenderla al meglio nelle sue opere.

Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Lorenzo Rospo, autore del libro “È notte tarda'.


Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questa scelta?
Innanzitutto propongo questa copertina per la retrospettiva del mio corpo e anima.
Paragoniamo il senso della vita con una poesia, è la stessa identica cosa, la notte è tarda quando cerchiamo un pensiero profondo dentro di noi che ci sveglia.
La notte è tarda perché ci rende liberi di scavare profondamente le nostre emozioni.
Il titolo lo possiamo riutilizzare in varie sfaccettature, per questo l’ho utilizzato.
Quando e come nasce 'È notte tarda'?
Nasca da un bisogno primario di scrivere, il senso più grande che ci possa aiutare nel mondo probabilmente è la scrittura.
Aiutiamo ogni persona con semplici parole, cerchiamo di modificarla primariamente, prima parte dalla testa, ascoltando,
poi il corpo si suggestiona e potremo trovare una vasta gamma di emozioni che ci circondano in quel momento. Arriva nel corpo e percepiamo il vero desiderio dell'autore o scrittore di quel pensiero, è fantastica!
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questo libro?
Il momento giusto viene al modo giusto allo stesso luogo più adeguato e corrisposto.
Automaticamente ci parte da noi, la filosofia è l'unica disciplina da rispettare per poter svolgere tutte le attività primarie. Il nostro libro lo comunichiamo in qualsiasi istante, la giornata dipende da noi, se in quel momento devi e necessiti di scrivere fallo finchè puoi.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Facebook e Instagram
Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Mi pongo la semplice domanda del perché l'iniziativa di scrivere e portare avanti delle idee così ampie e 'oscure' come la poesia.
Rispondo: che sognando ogni cosa si portare avanti, le formule basi, si scovano con il tempo. dalle persone giuste, nel momento giusto, e niente può cancellarle. solo tutt'ora a volte ho paura solo di nascondermi in quel che sia l'insicurezza.
Cosa le piace?
La domanda è vasta, per ora la vita, ogni forma di argomento che sia in questo pianeta, non farmi distaccare da nulla che sia scoperte e invenzione di nuove idee per cambiare questo piccolo mondo.
Cosa non le piace?
Credo la piccola quantità di persone che non riescono ad apprendere determinate cose. Ma ognuno è fatto a modo suo. Purtroppo l'incomprensione è suggestionata dalla stato d'animo e questo porta la cattiveria per il futuro e l'avanguardia.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o un'adozione universitaria?
Sicuramente apprezzerei tutte e due le cose. Maggiormente di più, aumenterei il passo per un'adozione universitaria.
Il suo pubblico ideale ha 20, 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
non ho un target, Ho vent'anni, di certo non ho scritto per la mia generazione.
Saluti i suoi lettori con un aforisma o una citazione che parli di lei e delle sue emozioni...
Saluto profondamente i miei insegnamenti troverete l'asso della manica un giorno in qualche incidente.
Grazie, amo il dolore.