Intervista a Alessandro Severi

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Salvami!

Narrativa

Acquista online

28/02/2018

Alessandro Severi è nato a Milano nel 1984 e sin dall’età di quattro anni ha vissuto in vari paesi dove ha imparato tre lingue straniere. Nutre una grande passione per i viaggi e per la scoperta. Ha toccato svariate mete, fra cui l’Isola di Pasqua e Yellowknife, nell’estremo Nord canadese. Salvami! è la sua seconda prova editoriale. Attualmente vive a Firenze.

Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Alessandro Severi, autore del libro “Salvami!”.


Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
È stato un modo di unire una canzone molto profonda dei Sonohra al tema del libro. Il personaggio principale, Alessandro, a più riprese sentirà il fratello che gli dirà questa parola forte e sarà il punto centrale della storia.
Quando e come nasce 'Salvami!'?
Anni fa avevo notato che purtroppo spesso sappiamo molto poco dei nostri parenti o comunque delle persone percepite come vicine a noi. Volevo avere un personaggio forte e debole contemporaneamente che vivendo un trauma molto duro inizi ad indagare sulla vita del fratello che percepiva come molto diverso da lui all’inizio. Benché vivessero assieme si rende conto di non sapere assolutamente nulla di lui e pertanto inizia ad indagare sul passato di Matteo, il fratello.
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
Sì, è stato nel 2013 e mi ero trasferito a vivere in Ungheria ed in quel momento mi ero allontanato da tutti i miei affetti ed ho deciso di mettere questa storia nero su bianco e pian piano è venuta fuori.
Il personaggio principale l’ho chiamato Alessandro giacché avevo promesso ad un mio carissimo amico che avrei scritto una storia dove due personaggi coi nostri due nomi sarebbero stati fratelli. Pertanto ecco a voi Matteo ed Alessandro.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Sì ce l’ho ma ne creerò uno dedicato alle mie scritture più avanti. Personalmente preferisco il mondo reale rispetto a quello virtuale, tuttavia può essere uno strumento utile per restare in contatto coi lettori.
Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Cosa voglio comunicare con “Salvami”? Semplicemente il significato della vera amicizia.
Cosa le piace?

Viaggiare.
Cosa non le piace?
La monotonia.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Forse una traduzione in inglese giacché potrebbe in seguito portare alla trasposizione cinematografica!
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Direi fra i venti ed i cinquanta per il linguaggio molto forte in prima persona.

Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
Non è mai troppo tardi…