Intervista a Michele Ventrone

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Azzurro come il cielo

Kampioni

Acquista online

19/03/2018

Nato a Maddaloni (CE) il 14 maggio del 1987, Michele Ventrone già da piccolo nutre amore per la lettura e la scrittura. Frequenta le scuole della sua città conseguendo il diploma al liceo scientifico dove il preside lo sprona a scrivere. Da allora scrive vari racconti. È di quel periodo anche Cuore rossonero, che narra delle partite del Milan dal 2002 al 2006. Intanto nel 2009 si laurea in “Tecniche di radiologia” svolgendo la professione nel 2012 e 2013 all’ASL di Taranto; dal 2015 lavora al Policlinico di Bari. Azzurro come il cielo nasce dalla stessa impronta di Cuore rossonero, ma presenta sostanziali miglioramenti dovuti anche al fatto che il libro sul Milan non nasce per essere pubblicato. Ha in serbo altre opere, alcune già terminate e pronte per essere date alle stampe.

Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Michele Ventrone, autore del libro “Azzurro come il cielo”.


Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
L’opera si è snodata in un percorso abbastanza lungo. Siccome le partite sono state scritte subito o comunque poco dopo essersi svolte,l’opera si è protratta per molto tempo(2010-2017).Avevo voglia di dare un seguito a “Cuore rossonero” anche se quest’ultimo è sul Milan mentre “Azzurro come il cielo” è sulla nazionale italiana.Lo schema è lo stesso anche se quello sugli “azzurri” presenta sostanziali miglioramenti come più commenti sui calciatori,statistiche più dettagliate,maggiore attaccamento alle partite e digressioni più qualitative e quantitative.Un altro motivo fondamentale:molti miei amici sono tifosi di altre squadre e quindi hanno bocciato “Cuore rossonero” che è al 100% sul Milan.Ovviamente parlando della nazionale italiana ho pensato di rivolgermi ad un gruppo di lettori sicuramente più vasto.
Quando e come nasce “Azzurro come il cielo”?
Come già detto,”Azzurro come il cielo” nasce sull’impronta di “Cuore rossonero”.Infatti entrambi nascono dalla voglia di mettere su foglio tutte le sensazioni di prima,durante e dopo le partite quasi come se fosse un modesto diario di bordo.In questo modo la lettura avrebbe suscitato il ricordo di quelle partite.Questo è il motivo della nascita di “Cuore rossonero” che non nasce per essere pubblicato.”Azzurro come il cielo”,invece,nasce con l’obiettivo di essere pubblicato.Parte con una digressione sul gioco del calcio in generale,attraversa tutte le competizioni più importanti dell’Italia raccontate in maniera sintetica, per poi narrare tutte le singole partite della nazionale italiana di calcio a partire dai mondiali di Sudafrica2010 fino alla sfortunata eliminazione dai mondiali di Russia2018,avvenuta precocemente e nella maniera che tutti sappiamo.


Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Certo.
https://www.facebook.com/Libri-di-Michele-1438253413159158/?ref=bookmarks
Questo è quello su facebook.Non possiedo twitter.

Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Si. Ho una raccolta di racconti,alcuni scritti anche molti anni fa, dal tempo del liceo ad oggi, che ho intenzione di pubblicare.Sono già terminati!Ho molte altre idee anche se non so se si realizzeranno:sono abbastanza articolate!
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Sono un tecnico di radiologia laureato nel 2009 alla SUN di Napoli.Ho lavorato all’ASL di Taranto nel 2012 e 2013 e al policninico di Bari dal 2015 a tuttora.Sono però ancora un precario ma con i requisiti della “legge Madia” sulle stabilizzazioni. Spero di essere stabilizzato quanto prima,rimane l’obiettivo principale.Il mio sogno sarebbe quello di diventare uno scrittore professionista.Non lo nascondo e mi sembra normale per uno scrittore,anche dilettante, che pubblica qualcosa.
Cosa le piace?
Sembra inutile dire che mi piace il calcio.Mi piacciono i computer e i videogame,ovviamente sul calcio!Altre cose?Mi piacciono anche gli altri sport come la formula1 e i grandi appuntamenti sportivi come le Olimpiadi e i Mondiali.
Cosa non le piace?
Non mi piace stare al centro dell’attenzione in generale.Sono un tipo abbastanza timido e solo parlare con una persona mi mette un imbarazzo tremendo.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Il lavoro e l’amore.Il lavoro,per adesso, c’è l’ho anche se precario.L’amore no.Sono single e cerco ancora “l’anima gemella”.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Da adolescente leggevo moltissimo,ora un po’ di meno.Di solito amo le autobiografie sui personaggi sportivi.Mi viene in mente “Match point” di Mara Santangelo.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
cosa più importante non è vivere ma condividere.E soprattutto amare e perdonare perché se perdoni sarai perdonato.