Intervista a Monica Ongaro

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Cindy e i suoi amici nel Regno della Magia

Pikkoli

Acquista online

03/07/2018

Monica Ongaro nasce il 10 gennaio 1968 a Sondrio, in Valtellina (Lombardia). Già in tenera età dimostra il suo lato estroso, partecipando a competizioni scolastiche di novelle e poesie; e disegnando e scrivendo nel tempo libero. Terminati gli studi inizia la sua carriera presso un istituto bancario che, dopo quindici anni, decide di abbandonare, trasferendosi nella vicina città di Morbegno, dove deciderà di dedicarsi ai due figli ed ai sette cani. Qui, libera da ogni impegno lavorativo e spronata dalla figlia Alessandra, riprende la sua antica passione, ricominciando a scrivere e concentrandosi sui racconti per bambini. L’Autrice ripercorre così il periodo in cui si inventava fiabe della buonanotte per allietare le sere dei giovani figli.


Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Monica Ongaro, autrice del libro “Cindy e i suoi amici nel Regno della Magia”.


Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Buongiorno a tutti!
Beh Cindy , la mia barboncina, basta guardarla: è comunicativa e mi ispira sempre!
Ho iniziato a scrivere guardano lei e da li i miei barboncini sono diventati , unitamente all’unico maltese di famiglia, i personaggi o l’ispirazione ai miei racconti per giovani lettori.
Questa volta però anche mio figlio, appassionato di letteratura giapponese, mi ha ispirato affascinandomi con le volpi a nove code…su cui ho un po' giocato.
Lui ha quasi 26 anni quindi i racconti mitologici andavano adattati ad un pubblico abituato ai cartoni animati od a racconti meno impegnativi.
Quando e come nasce “Cindy e i suoi amici nel Regno della Magia”?
Cindy ormai è la narratrice per eccellenza.
Ma bisognava rendere partecipe anche il resto della famiglia a quattro zampe.
Così , portatile alla mano, io ed i miei amici pelosetti ci siamo messi all’opera!
Mentre scrivo io racconto loro , come fossero dei bambini.
E dovreste vedere come stanno buoni accucciati ai mie piedi o accoccolati sulle mie gambe.
Sono il mio primo pubblico.
In un secondo tempo è mia figlia Alessandra, che di anni ormai ne ha 22, a darmi l’ok: se piacciono a lei , allora avanti con il racconto successivo.
Insomma si gioca in casa!
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Instagram mi vede sotto monicaongaro68

Poi sono su facebook dove ho la pagina Monica Ongaro scrittrice.

Sono profili che cura Marco, un mio grande amico, a volte mia figlia Alessandra poiché sono abbastanza maldestra!
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Udite !udite!
Ho già in elaborazione, presso la casa editrice, quattro prossime pubblicazioni…ma non svelo nulla!
Dovete assolutamente leggermi!
Poi scriverò qualcosa anche per il pubblico degli adulti, soprattutto per le donne.. ci sto lavorando.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?

Premetto che non mi piace molto parlare di me.
Sono piuttosto schiva ed introversa.
Ho molti conoscenti , ma pochissimi amici, che hanno l’onore e l’onere di conoscermi sia nei momenti buoni, come nei momenti critici, che accomunano tutti.
Per questo solo pochi e ben selezionati possono essere definiti amici.
Per quanto riguarda le mie occupazioni, oltre a scrivere, che mi piace molto, mi butto nel sociale , peer quanto riguarda il sostegno per i cani abbandonati e maltrattati.
Il mio amore per i cani va oltre, sempre!
Sebbene sia consapevole che un cane sia un bell’impegno, che sia vincolante muoversi, io ne ho sei e sinceramente preferisco rinunciare alla vacanza che stare senza di loro.
Quindi penso a quei poveri cani che si trovano nei rifugi e cerco come posso di dare una mano concreta.
Questa la ritengo una missione!
I miei piccoli hanno tutto!
Amore, una casa , coccole e cibo.
Non posso pensare di non fare qualcosa a favore dei cani abbandonati.
“ i racconti di Cindy” l’ho dedicato proprio ai canili e spero venda tanto poiché vorrei che gli introiti che mi spetteranno vadano ai canili!
Cosa le piace?
La natura!
Il mare, i fiori, gli animali!
Ho la casa sommersa di fiori in tutte le stagioni e allietata dai miei pelosetti.
Ormai i miei “cuccioli di uomo”, come dice Cindy nei suo racconti, hanno le loro case, le loro vite.
I miei batuffoli mi tengono con il loro calore una compagnia speciale!
Bisognerebbe che tutti facessero questa esperienza.
Cosa non le piace?
Non mi piacciono le persone false ed opportuniste.
Purtroppo nella vita ho incontrato molta gente così.
Da qui seleziono molto le persone per circondarmi solo di persone con cui ci sia feeling.
Credo sia una cosa che accomuna tutti.
Non sono una persona che ha sempre bisogno di attorniarsi idi gente, sto bene anche sola.

Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
I valori!
Quelli che ci hanno insegnato i genitori della mai generazione e che ho tramandato ai miei figli.
Spero , nonostante l’educazione d il rispetto non vadano più di moda, che li tramandino ai loro figli, se un giorno ne avranno.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Bellissimo “storia della mia ansia” di Daria Bignardi, toccante e vero!
L’ho letto in un pomeriggio provando le sensazioni della scrittrice.
Mi ha veramente coinvolto.
Poi leggo moltissimo, soprattutto Grisham di cui ho una collezione intera, per poi passare da romanzi storici.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Mi rispecchio molto in Oscar Wilde, che adoro dal tempo del liceo.
“si ha il diritto di giudicare un uomo dall’effetto che ha sui suoi amici”.
In questo periodo lo trovo indicato!