Intervista a Marina Jurjevic

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

La ragazza dell’ex Jugoslavia

Narrativa

Acquista online

11/09/2018

Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Marina Jurjevic, autrice del libro “La ragazza dell’ex Jugoslavia”.


Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
Il libro parla di Tamara, una bimba che si trasferisce in Sicilia dopo la guerra nell’ex Jugoslavia. Da qui il titolo “La ragazza dell’ex Jugoslavia”.
Quando e come nasce 'La ragazza dell’ex Jugoslavia'?
Il libro nasce quasi 7 anni fa inizialmente come un diario personale per poi trasformarsi in un vero e proprio romanzo. Avevo molte cose da raccontare.

Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
Esattamente il 28.11.2011. Mi ero da poco trasferita a Como ed avevo iniziato un nuovo lavoro a Milano. Al ritorno dal lavoro, sul treno ho ricevuto la notizia più brutta della mia vita. Da lì il bisogno di sfogarmi. C’è chi cerca il conforto nell’alcol, io ho preso in mano un foglio ed una penna.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
https://www.facebook.com/Poesia-di-Marina-Jurjevi%C4%87-1691766824396528/
Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Se potessi rinascere cosa cambieresti nella tua vita?
Rinascerei in Italia, il paese più bello del mondo.
Cosa le piace?
L’alba.
Cosa non le piace?
La notte.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Una traduzione in croato
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Il mio pubblico è sicuramente maggiorenne, per il resto nessun limite. Bisogna avere una certa maturità per affrontare gli argomenti delicati che tratta il mio libro.
Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
Non si può essere infelice quando si ha questo: l’odore del mare, la sabbia sotto le dita, l’aria, il vento.
(Irène Némirovsky)