Intervista a Rossana Pignatale

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Pacifica

Fantascienza

Acquista online

17/09/2018

Rossana Pignatale è nata a Taranto nel 1989. Per motivi di studio si è trasferita in Toscana, laureandosi in Biologia molecolare all’Università di Pisa. In seguito ha capito di non essere tagliata per star chiusa in un laboratorio tutto il giorno tra le provette. Così ha trovato la propria strada nel settore commerciale, lavorando come manager in un’azienda di cosmetici. La sua vera passione è la scrittura, che definisce come l’espressione della propria anima, la chiave che apre le porte di mondi magici dove tutto è possibile. Sin da bambina ha iniziato a comporre piccole opere di vario tipo, ma ha deciso di tenerle solo per sé. Pacifica è la prima opera che ha deciso di pubblicare.

Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Rossana Pignatale, autrice del libro “Pacifica”.


Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Ho sempre scritto per me stessa, probabilmente non ho mai avuto il coraggio di rendere pubblica una parte così intima della mia persona. Ma mentre scrivevo Pacifica e gli anni successivi al completamento del libro mio marito non faceva altro che dirmi: dovresti renderlo pubblico, è bellissimo. Diciamo che è stato lui a spingermi.
Quando e come nasce “Pacifica”?
Pacifica è nata nella mia mente cinque anni fa all’ improvviso, senza che la cercassi. E’ stato come quando ti svegli al mattino e ricordi alla perfezione un sogno dall’inizio alla fine. E per me la storia è sempre stata chiarissima, non ho mai avuto dubbi su come andare avanti. Quando scrivevo, per lo più la sera a causa del lavoro, era come se qualcuno mi suggerisse tutte le parole una dietro l’altra. E dopo qualche notte insonne ho finito di scriverla.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Ho un profilo facebook e Instagram ma ho davvero poco tempo per starci dietro.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
In realtà Pacifica è il primo libro di una trilogia intitolata la saga delle luminose. L’anno scorso ho terminato di scrivere il secondo libro Malefica, mentre ora mi sto dedicando al terzo che si intitola Le Luminose.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Lavoro per un’azienda di cosmetici, ho una vita abbastanza frenetica, sono in giro praticamente tutto il giorno e nel tempo libero mi piace leggere, scrivere e fare lunghe passeggiate all’aria aperta con il mio cagnolino.
Cosa le piace?
Amo l’avventura, amo viaggiare, sono assetata di esperienze sempre nuove e diverse, amo mettermi alla prova e cercare di superare i miei limiti.
Cosa non le piace?
Sono molto vivi e lascia vivere quindi non mi piacciono i giudizi delle persone, la superficialità e le prese in giro.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
La famiglia, senza nessun dubbio. E infatti Pacifica è dedicato proprio a mio marito.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
La Saga di Geralt di Rivia di Andrzej Sapkowski. L’ho letto qualche anno dopo aver scritto Pacifica ma mi ha ispirata molto nella scrittura di Malefica e soprattutto nell’evoluzione del terzo libro.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Sono sempre stata una sognatrice e quando da piccola lessi la Tempesta di Shakespeare questa frase mi rimase impressa per moltissimo tempo.

Siamo fatti della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita