Intervista a Giovanna Mangone

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Tra sogni e avventure

Bambini

Acquista online

28/09/2018

Giovanna Mangone nasce a Crotone (Calabria) dove vive. Consegue il diploma magistrale e frequenta corsi di Perfezionamento Pedagogico-Didattico, specializzandosi nei metodi educativi differenziati. Dedica la sua vita con impegno e abnegazione all’educazione dei bambini.

Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Giovanna Mangone, autrice del libro “Tra sogni e avventure”.


Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
La passione per la scrittura è nata fin dai tempi della mia preadolescenza. Spesso mi chiudevo nella mia stanzetta e, tra libri e quaderni da riempire, scrivevo tutto quello che mi passava per la mente. Dopo aver conseguito il Diploma Magistrale e aver acquisito una buona preparazione Pedagogico-Didattico specializzandomi su diversi metodi educativi, mi sono dedicata con intensità e abnegazione ai bambini, soprattutto alla loro educazione. Capire il loro mondo non è difficile Così, trasportata dall’ispirazione, ho iniziato a scrivere racconti che potessero trasmettere insegnamenti importanti per la loro crescita. Da circa cinque anni ho cominciato a sedimentare nella mente l’idea di creare un progetto educativo, quello di poter raccontare la realtà fatta di tante sfumature ma, in modo semplice chiara e comprensibile agli occhi dei bambini. E, poi scrivere: è sempre un atto d’amore che parte da dentro.
Quando e come nasce “Tra sogni e avventure”?
Tra sogni e avventure nasce dalla voglia di comunicare attraverso i miei racconti, quei valori morali che, oggigiorno si stanno perdendo per strada sempre di più, valori come: l’umiltà, il rispetto, la generosità, l’amicizia, la solidarietà etc . Quando si costruisce una storia per bambini la cosa importante è dare sempre un messaggio positivo che possa lasciare un’ impronta indelebile, al fine, di stimolare la creatività la fantasia quindi la conoscenza. Un racconto deve incantare, affascinare, meravigliare e, far sognare, ma nello stesso tempo deve essere avventuroso, educativo e deve far riflettere. Il meraviglioso soprattutto nell’infanzia aiuta ad immaginare, sentire e amare.

Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Ho un solo profilo social ed è twitter ….Il mio domicilio virtuale è Mangone Giovanna.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Al riguardo, non penso di fermarmi qui, sto iniziando ad elaborare un mio secondo progetto ma, per adesso non dico nulla, lascio scorrere il tempo.

Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Cosa le piace?
Ho tante passioni oltre alla scrittura ovvio, amo l’arte in tutte le sue forme e bellezza, ho viaggiato molto nella vita ma la città che più mi ha affascinata è stata Padova centro di arte e di culto dove ho vissuto per circa tre anni e lì attratta dalla musica classica ho cominciato a frequentare un corso imparando a suonare anche il pianoforte .Seguo volentieri la moda sono sempre a passo con i tempi e, adoro il giardinaggio, prendermi cura di piante e fiori, è una cosa che faccio con piacere, infatti, a casa ne posseggo una grande quantità tanto da non trovare più spazio .

Cosa non le piace?
Al riguardo penso che la cosa che più mi fa arrabbiare è la maleducazione in tutte le sue sfaccettature e, la mancanza di rispetto verso il prossimo: tutti quanti dovremmo riflettere su questi due passaggi molto importanti e, metterci una mano sulle nostre coscienze: viviamo in tempi assai difficili dove spesso prevarica la violenza e scatta per un nonnulla .Il mondo per andare avanti, ha bisogno di solidarietà e di unione questo vuol dire aiutarci gli uni con gli altri ed imparare ad essere soprattutto umili.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
In questo momento della mia vita credo la serenità e l’armonia, lo stare bene con sè stessi crea unione due condizioni per me imprescindibili.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Ho letto diversi libri, ma, quello che più ha destato il mio interesse e ha colpito la mia curiosità è stato Guerra e Pace di Lev Tolstoj (scrittore Russo) è un bellissimo romanzo storico molto intenso e travolgente. Altri libri che trovo interessanti sono quelli di Oscar Wilde e i libri di poesie per quanto riguarda quest’ultime, credo che, nel raccontare storie di ogni genere ci deve essere sempre una vena poetica che contraddistingue ogni scrittore e, che rende più elegante intenso e profondo un libro, senza di essa non si potrebbe scrivere.

C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Un motto che mi potrebbe caratterizzare è (Crederci sempre, arrendersi mai), in questa frase racchiude tutto ciò che io sono.