Intervista a Stefania Bonifacio

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Indietro nel tempo intervistando i magnifici Siciliani

Saggio

Acquista online

09/11/2018

Stefania Bonifacio, giornalista pubblicista, si è laureata in Filosofia. Da anni si dedica ai laboratori di Storia della Sicilia per le scuole. Ha fondato e diretto il mensile di storia e cultura di Sicilia L’Elefantino.


Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Stefania Bonifacio, autrice del libro “Indietro nel tempo intervistando i magnifici Siciliani”.





Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
La genesi di questa pubblicazione la ritroviamo in un ventennio di attività di ricerca e di conferenze su vari argomenti di storia della Sicilia , tenuti da me nell'Isola, a Malta e a Berlino. In particolar modo dopo aver fondato la Rivista di Storia di Sicilia, “L'Elefantino”, sopravvissuta sette anni nell'ambito della pletora di carta stampata, di periodici vari, mi sono occupata nel settimanale “Prospettive” della Curia Arcivescovile di Catania, di una rubrica da me proposta “Indietro nel tempo intervistando i siciliani del passato”. Col direttore del Settimanale diocesano, Padre Giuseppe Longo, abbiamo fatto questo insolito esperimento editoriale: l'intervista impossibile agli scienziati, agli umanisti, artisti e filantropi siciliani del passato, nomi alcuni noti altri meno noti ma che hanno dato contributi alla nostra terra in ogni ambito dello scibile umano
Quando e come nasce “Indietro nel tempo intervistando i magnifici Siciliani”?
Vi accennavo alla pubblicazione di articoli a puntate settimanali. I personaggi intervistati nella logica del dialogo immaginario hannoo suscitato una fame di interesse tra i lettori di ogni categoria daii giovani ai letterati... certo perchè è insolito e curioso immaginare dii dialogare con Giovanni Verga o con Federico II facendosi da loro raccontare particolari della loro esistenza che non riscontriamo nei comuni manuali scolastici. A questo aggiungasi i laboratori di storia della Sicilia che tengo per le scuole nelle dimore storiche dove fatti e aneddoti trattati in un florilegio di tematiche, prendono vita grazie alle animazioni teatrali fatte dagli alunni.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Si, su Facebook basti citare il mio nome, Stefania Bonifacio.

La mia posta elettronica è : didatticadistoriadellasicilia@gmail.com
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Per il momento mi oriento a far conoscere questo tesoro di Sicilia.

Un libro è come un figlio: va curato, seguito, amato.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
La mia attività da sei anni è la didattica di storia della Sicilia nelle dimore storiche. Sono giunta a questa strategia educativa dopo aver tenuto per anni i corsi di formazione al giornalismo e Operatori nei Musei. Ho operato un sincretismo tra la forza comunicativa espressa attraverso i contenuti storici e la valorizzazione di dimore storiche, palazzi e castelli che sono ridiventati cenacoli di cultura viva, applicata e vissuta dalle scuole. Perchè fare lezioni solo in aula?

Il mio mondo privato è costituito dalla presenza di cane e gatti, alcuni vivono senza un padrone e ai quali do ristoro quotidiano. Vivo tra Piano Monaci (Sinagra) e Ficarra, due paesi della provincia di Messina a 7 Km da Capo d'Orlando. Amo la vita bucolica, infatti quando posso mi ritiro in campagna dove acquisto forza e vigore per affrontare la società.
Cosa le piace?
Stare coi miei animali e con qualche sana amicizia
Cosa non le piace?
L'opportunismo, l'inganno, la stupidità, la cattiveria
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Non siamo noi a definire gli obiettivi. Questi sono comprensibili giorno dopo giorno attraverso un' attenta lettura dei messaggi del quotidiano.

E' comunque importante nelle vita aiutarsi, sempre, non negarsi quando qualcuno ti chiede un soccorso. A volte la richiesta di aiuto non è espressa, ma la leggi nella gestualità e o nei silenzi dell'altro. C'è tanta solitudine che non poò essere appagata con un inteloquio telematico!


Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Santi Correnti, “ Guida insolita ai segreti alle leggende e alle curuiosità della Sicilia”, Newton Compton Editore
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
“Ex abundantia enim cordis os loquitur” ( la bocca parla per abbondanza del cuore)