Intervista a Antonino Crisafi

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Misteri e leggende di Sicilia

Saggio

Acquista online

18/01/2019

Antonino Crisafi nasce a Messina il 31 luglio 1935 da antica e nobile famiglia di gentiluomini messinesi di origine greca, decorata del titolo baronale. Si laurea nel 1958 in Giurisprudenza. Dopo un paio d’anni di praticantato in uno studio legale, nel 1961 intraprende la professione di Ufficiale dei Carabinieri.
È autore di diverse pubblicazioni.
Per la Casa editrice La Grafica di Verona: Il mal d’Arma (1994), Il mal d’Alma (1995), Misteri e leggende di Sicilia fra mitologia, storia e cronaca (2010), Giustizia imperfetta, probabile e ingiusta e quella giusta esiste? (2010), Il Crocifisso di papà (2011), 1915-2015 Due guerre mondiali e settant’anni di pace per l’Europa (2015).
Per la Casa Editrice Kimerik di Patti (ME) ha pubblicato: I vecchi, una volta, avevano cinquant’anni (2011), Gocce d’amore ovvero la malinconia del successo (2012), Com’era triste Trieste (2014), Il mistero della donna Chinata (2015), La famiglia Masier (2017).

Eccoci, curiosi e interessatissimi; finalmente conosciamo Antonino Crisafi, autore della sua dodicesima opera “Misteri e leggende di Sicilia, fra mitologia, storia e cronaca” nuova edizione 2018.

Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Si tratta della nuova edizione 2018 del saggio pubblicato nel 2010, arricchita da alcuni capitoli e da una appendice con alcune mie poesie in dialetto siciliano, da me recitate in una videoregistrazione inserita in un CD annesso al volume.
Quando e come nasce “Misteri e leggende di Sicilia”?
Dopo una conferenza che ho fatto sulla Sicilia, ho avuto l’ispirazione di realizzare questo saggio con lo scopo di fornire un breve condensato di sicilianità ai siciliani e a quanti, e sono moltissimi, amano la Sicilia. Infatti, nel volume, dopo una breve storia della Sicilia, ad iniziare dal periodo greco fino alla spedizione dei Mille, vengono narrati vari episodi della sua affascinante mitologia, della sua millenaria storia antica, medievale e moderna e vengono tratteggiati numerosi casi di cronaca che hanno suscitato molto clamore. L’inserimento, poi, delle poesie in dialetto siciliano con annessa traduzione e videoregistrazione completa un lavoro di ricerca e di personale rielaborazione che ha suscitato molti consensi.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Si ho un profilo social
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Sicuramente si e, nonostante i miei 83 anni, ho la voglia di fare sempre progetti per il futuro.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali.

Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Dopo una vita di intenso impegno lavorativo (Insegnante durante il periodo universitario, Ufficiale dei Carabinieri e Dirigente d’azienda industriale) da ormai dieci anni sono in pensione e mi dedico a scrivere e a svolgere attività umanitarie nell’ambito dei Lions.
Cosa le piace? E cosa non le piace?
Mi piacciono l’intelligenza e il senso dell’ humor. Non mi piacciono l’ignoranza, la volgarità e l’arroganza.
Nella sua vita cosa reputa fondamentale?
La famiglia, gli Amici e la stima di quanti mi conoscono.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
E’ un triller scritto da una mia cara Amica, Roberta Melli, dal titolo Senza tregua.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Amare vuol dire dare dare tutto se stessi e quando si è dato tutto desiderare di dare ancora.