Intervista a Samuele Cotta

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Prendimi per mano al tramonto

Narrativa

Acquista online

19/07/2019

Samuele ha da poco compiuto quattordici anni e sogna di poter evadere dalla piccola cittadina in cui vive con i genitori e il fratello. Il dialogo con la famiglia non è il massimo, a scuola si caccia spesso nei guai con un gruppo di bulli, ma trova conforto nell’amicizia con Jack, Charlotte ed Emma, inseparabili compagni. Tormentato da strani incubi e malori inspiegabili, Samuele cerca di sbrogliare la matassa della sua vita e dare un senso al periodo tormentato che sta vivendo, trovando aiuto in un misterioso libro…

Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di  Samuele Cotta, autore del libro “Prendimi per mano al tramonto”.

Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
Riflettendo molto sulla storia ho pensato a diversi titoli possibili ma… solo uno poteva andare bene e riesaminando la storia ho capito che “prendimi per mano al tramonto” sarebbe stato il titolo più idoneo perché rispecchia momenti romantici presenti nel libro.
Quando e come nasce 'Prendimi per mano al tramonto'?
“Prendimi per mano al tramonto” nasce nei primi mesi del 2018. Questo libro è il risultato di due storie (sempre scritte da me) unite e lavorandoci un po’ su sono riuscito a farne una.
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
No, non è proprio così. Ho iniziato a scrivere storie circa due anni fa ma… consideriamole solo storielle e nulla di più. Avendo scritto due storie completamente diverse non c’è stato un momento preciso in cui mi sono detto “adesso scrivo questa storia”. Durante settembre del 2018 mio zio è tornato da Malta ed è stato proprio lui a darmi l’idea di provare ad unire le due storie; per questo lo ringrazio molto.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Sì, essendo un ragazzo giovane ho un profilo social su Instagram e su Facebook. Per chi volesse saperne di più sul mio sito Instagram può seguirmi su: samuele.cotta
Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
È un’autobiografia? La storia “prendimi per mano al tramonto” non ha nulla a che fare con la mia vita privata e pubblica. Può essere vista come una storia vera ma… non la mia.
Cosa le piace?
Adoro molto scrivere, è una cosa che mi libera da tutto ma… ciò che mi rilassa è la musica. Non per niente uno tra i miei hobby più grandi oltre a recitare e ballare è anche cantare. Ho fatto per tre anni calcio e perciò è difficile dire che è una cosa che non mi piace.
Cosa non le piace?
Una cosa che non mi piace sono le persone false, quelle che ti sparlano dietro. Gli arroganti o ancora chi pensa di essere perfetto.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Onestamente non saprei scegliere perché l’idea di veder il mio libro tradotto in inglese mi emoziona molto ma… magari nei cinema mi emanerebbe la stessa emozione quindi… non saprei cosa scegliere.
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Non avrei mai pensato di arrivare a tanto ma… le storie che scrivo le scrivo per me e se devo scegliere per un target di età consiglierei questo mio libro a ragazzi giovani. Onestamente non penso di voler dare un target di età a libri che potrebbero essere adatti a qualunque persona e non importa l’età ma le emozioni che si provano leggendo un libro anche e magari non adatto alla propria età.
Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
Durante la scrittura di questo mio libro mi sono immerso nelle situazioni provando sensazioni ed emozioni come descritte. Ci sono stati momenti felici e tristi. È un libro che consiglierei sicuramente; molto bello e profondo.