Intervista a Luigi Valagussa

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

L’onda lunga della Verità

Narrativa

Acquista online

22/07/2019

Luigi Valagussa è nato a Milano il 2 maggio 1952. Al suo terzo lavoro, ha pubblicato nel 2016 Un passo oltre la nebbia e nel 2017 La tentazione dell’Intelligenza Artificiale.

Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Luigi Valagussa, autore del libro “L’onda lunga della Verità”.

Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
Il titolo riassume le storie vissute dai personaggi dove la verità vera si manifesta a distanza di tempo come se qualcuno o qualcosa l’avesse imprigionata.
Quando e come nasce 'L’onda lunga della Verità'?
Circa un anno fa quando leggevo cronache di giornale che evidenziavano sempre più spesso la diffusione di notizie false e di storie inventate.

Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
C’è la considerazione della distorsione delle notizie, del protagonismo di chi vuol comunicare a prescindere, dell’inganno per fini personali, della fatica di essere se stessi. Dietro questo però c’è anche la speranza del riscatto.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Non ho un profilo social.

Mi permetta una battuta e mi faccia citare Marzullo: Si faccia una domanda e si dia una risposta.
Cosa vorresti soprattutto dalla vita? La felicità.
Cosa le piace?
La capacità di pensare.
Cosa non le piace?
L’arroganza.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Entrambi.
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Non ho un target di riferimento. Penso e spero che i miei libri possano interessare persone di tutte le età.
Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
Riporto una frase che dice un mio personaggio del libro:
“Io cerco di vedere le cose in modo oggettivo e capire ciò che è bene è ciò che è male. Posso sbagliare, ma ho grande rispetto per la verità e nessuno mi può rassicurare se non tiene conto di questo”.