Intervista a Marco Giannecchini

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Crea il migliore anno della tua vita – seconda edizione

Saggio

Acquista online

06/08/2019

Marco Giannecchini è nato a Viareggio nel 1960. Laureatosi in Medicina e Chirurgia all’Università di Pisa, si è trasferito a Berlino, dove lavora come direttore medico-scientifico per conto di aziende farmaceutiche internazionali.

Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Marco Giannecchini, autore del libro “Crea il migliore anno della tua vita – seconda edizione”.

Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Quando arrivai a Berlino Ovest più di trenta anni fa, mi resi conto molto presto che per ”sopravvivere” a Berlino avevo bisogno di un approccio nuovo alla vita, in gran parte diverso da quello usato negli anni precedenti in Italia.

In pratica non potevo fare una „fotocopia“ degli anni precedenti in Toscana e utilizzare questa come script per il mio nuovo “film” a Berlino. Soprattutto in quei periodi “no” della mia nuova vita berlinese mi chiedevo: “Se invece di lamentarmi nel confronto con un ambiente che avverto come ostico, cercassi di utilizzare tutti gli ostacoli e le sfide nel quotidiano per capire cosa voglia veramente nella vita ?“
E così, per esempio, ogni rifiuto, dopo ogni lettera di presentazione per un posto di lavoro in ospedale, mi aiutava a testare il mio posizionamento professionale per esempio ponendomi la domanda

„Vuoi veramente lavorare a Berlino come medico?“

Se la risposta era negativa, non mi rassegnavo, cercavo di capire come migliorarmi e poi scrivevo una nuova lettera e cosí via. Ad ogni 31 Dicembre poi, mi ripromettevo che quello successivo sarebbe stato il migliore anno della mia vita. Cosí facendo, di volta in volta le cose sembravano andare sempre meglio, fino a che cominciai a “vedere la trama trasparente, di quelle cose che avevano una influenza positiva e di quelle invece che mi facevano arretrare sul mio percorse. Era come cominciare a scoprire un codice del successo. Per capire meglio e validare questo codice un giorno, cominciai allora scrivere un diario, ogni giorno prima di iniziare la mia giornata, annotando pensieri, riflessioni, stratagemmi, successi, sconfitte, inspirazioni avute durante il colloquio con persone capaci di prestazioni d´eccellenza… e da questo documento, che ancora custodisco come un documento molto prezioso, è nato questo libro”.

Questo libro contiene quindi in sintesi UN CODICE DI SUCCESSO, che ho elaborato, applicando nozioni teorico-scientifiche in diverse situazioni del mondo accademico e lavorativo, nonché studiando durante il mio coaching centinaia di persone, che si sono realizzate nella vita professionale e privata.

Io stesso ho avuto le mie prestazioni migliori, in campo professionale e sportivo, in uno stato di FLOW. Di questo ne parlo in dettaglio sulla mia website (https://marcogiannecchini.com)

Il percorso con dodici tappe permette di procedere in maniera costante e sistematica, riflettendo per mezzo di esercizi su quello che si è letto nel capitolo corrispondente.
Scrivendo“Crea il migliore anno della tua vita” voglio divulgare il mio metodo di coaching sopra esposto ad un pubblico piú vasto, accompagnando il lettore in un viaggio guidato, attraverso dodici percorsi, ricco di esercizi ed esempi presi dalla mia vita personale e professionale, durante il quale apprenderà come liberarsi dagli ostacoli che si oppongono al cambiamento e contemporaneamente come acquisire strumenti pratici per lanciarsi con determinazione nelle nuove scelte, diventando architetto del suo destino e capace di prestazioni d`eccellenza giornaliere, quasi in maniera semplice e automatica.

Con questo libro voglio accendere il fuoco interiore nei miei lettori, che catalizzi un cambiamento tale da permette a loro di evadere dalla prigione del loro modo di pensare, con un messaggio positivo di fondo:

la vita è fatta di tanti piccoli esperimenti; ogni esperimento è un gioco che puoi vincere se ne capisci o meglio ancora se ne reinventi le regole, per vincere il piú spesso possibile.

In questa ottica “il fallimento” non è un momento negativo. Ogni “insuccesso” è una occasione per avvicinarti sempre di píú alla meta finale che ti sei prefisso, a patto che tu sappia analizzare costantemente il gioco e migliorare la maniera in cui giochi.

Il successo allora diventa quasi un automatismo, un prodotto scontato frutto di decisioni prese consapevolmente ogni giorno.
Di cosa si occupa nel suo FLOW coaching?
Da anni con la FLOW CONSCIOUSNESS ACADEMY, ho la possibilità di sviluppare certe tematiche di chiave del libro, occupandomi nella mia consulenza di come raggiungere quelle che definisco LE 3 ESSE DELLA PRESTAZIONE DI ECCELLENZA: il Successo, la Soddisfazione interiore e lo Sviluppo personale e professionale. Nel mio coaching, prima di tutto cerco di scoprire, in dialogo con la persona che mi contatta, in che cosa, come e perché voglia avere SUCCESSO nella vita.
Una volta accertato questo, lavoro molto intensamente su quella che definisco la vera SODDISFAZIONE INTERIORE, dal momento che il “successo” di per sé non significa molto per ognuno di noi, se non proviamo una profonda emozione positiva in quello che facciamo.
E infine procedo verso la terza e ultima fase in cui, sfruttando il coaching precedente, si discute e si stabilisce un percorso di SVILUPPO PERSONALE E PROFESSIONALE.
Quando e come nasce la seconda edizione?
Cinzia Ceriani (http://liberovolo.it) che si è occupata del lettorato della prima edizione (facendo un ottimo lavoro) mi ha parlato con toni molto positivi della casa editrice KIMERIK, per cui mi sono rivolto a questa, ritenendo che la KIMERIK sia la casa editrice ideale per il passo di qualità che volevo fare nel mio progetto editoriale. Della KIMERIK mi è piaciuto molto fin dall'inizio la professionalità nella comunicazione legata ai temi operativi, la loro creatività grafica e il loro impegno a sostegno di nuovi autori.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Il lettore a cui interessi avere più informazioni riguardo al FLOW e alle attività della FLOW CONSCIOUSNESS ACADEMY può andare sul mio sito (in inglese) sopracitato https://marcogiannecchini.com
Inoltre ho creato su Facebook un gruppo omonimo (CREA IL MIGLIORE ANNO DELLA TUA VITA) inerente al libro ed uno (FLOW & HIGH PERFORMANCE MASTERY ACADEMY), con contenuti riguardanti la mia consulenza sul FLOW.

Sarei molto interessato ad avere i commenti dopo la lettura del libro da parte dei lettori, che mi possono mandare un loro messaggio al mio email privato: giannecchinimarco@googlemail.com. In particolare mi piacerebbe sapere cosa è cambiato nella loro vita, dopo la lettura della opera.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Attualmente sto portando avanti un altro progetto, in cui cerco di riunire singoli testi, scritti nel corso degli anni scorsi (fin da bambino ho la passione di scrivere ogni giorno su un mio “diario personale”) e di blogs, pubblicati su LinkedIn e su Facebook.

Nel prossimo libro vorrei descrivere la mia storia personale, da quando ho lasciato la Toscana per sbarcare a Berlino Ovest fino al giorno d`oggi. Un diario di bordo in cui descrivo incontri con personaggi significativi, di quello che ho imparato da loro e di come i loro insegnamenti mi hanno aiutato ad evolvere / a trasformarmi.
Cosa le piace?
Nel mondo attuale, chi rifiuta il cambiamento è destinato a vivere in una sorta di inferno, fatto di paure, delusioni, frustrazioni, povertà. Chi invece decide di cavalcare le onde del cambiamento, ha la possibilità di accedere a un vero e proprio paradiso fatto di opportunità di crescita e ricchezza come mai ce ne sono state. Mi piace soprattutto essere un agente di cambiamento per aiutare le persone a cavalcare quelle onde.

Inoltre mi interessano i punti di inserzioni tra quelle che sono le mie passioni vitali:
* la neurofarmacologia del FLOW
*la tecnologia trasformativa, che ci puó aiutare ad ottimizzare la nostra automotivazione, il nostro self-management e le nostre prestazioni di eccellenza
*lo studio clinico degli stati alterati di coscienza
*lo studio delle scienze rivolte al rallentamento dell`invecchiamento.

Nell'occuparmi dei temi sopra esposti cerco di derivarne un cocktail giornaliero, fatto per esempio di novità, colloqui stimolanti, attivatori di stati di FLOW per il raggiungimento di risultati professionali di eccellenza e gratificazioni interiori
Inoltre mi piace molto entrare in comunicazione con i miei lettori. Nel corso della pubblicazione della prima edizione ho ricevuto molti messaggi di congratulazioni da parte di molti amici e conoscenti (via Facebook, per email…). In particolare mi ha fatto molto piacere leggere quelli delle persone che grazie al mio libro oggi sono impegnati in nuove attivitá, che sentono piú allineate con quella che considerano la loro vera vocazione. Il mio libro è servito da catalizzatore per aiutarli a manifestare la migliore versione di se stessi. Con il libro hanno oggi un metodo-sistema che permette loro di innescare/mantenere autonomamente questo progetto di rinnovamento, ogni volta in cui ne sentano il bisogno. In fondo il cambiamento non è un fine, ma è un atteggiamento mentale, che offre le migliore capacità di successo a lungo termine.
Cosa non le piace?
Non mi piace il fanatismo religioso che offusca la mente e sostiene l´ignoranza pluralistica

…quando “la giustizia” punisce persone innocenti e protegge i colpevoli di reati.
…sprecare il tempo della mia vita in cose futili, come guardare le notizie in televisione.
…le persone che si rassegano facilmente di fronte ai problemi, senza provare a risolverli di persona, con un impegno personale o chi dice continuamente “è inutile provare perché so già che non funzionerà”.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Da quando vivo a Berlino, ho dedicato più di trenta anni della mia vita allo studio e all'approfondimento delle migliori strategie di crescita personale e di prestazioni d`eccellenza. Come ho scritto nell'introduzione del libro, trovare la mia “quadra personale di successo” non è stato facile e uscire dal circolo vizioso degli “anni fotocopia” è stato un processo lungo. E´stato un processo tormentoso, che però mi ha insegnato molto. Nello specifico, ho imparato che per vivere ogni anno, il migliore anno della mia vita, si devono rispettare i 10 punti fondamentali del FLOW:
1. Avere un Mantra personale
Uno dei motivi per cui non realizziamo i nostri obiettivi è perché abbiamo troppi obiettivi. Inutile negarlo, le risorse a nostra disposizione sono limitate (tempo, soldi, volontà, etc.) Sì, certo, tu se vuoi puoi anche continuare a raccontarti la favoletta che “da domani…” sarai Superman (o Wonder Woman), ma stai semplicemente prendendo in giro te stesso. Se seguiti a disperdere le tue energie in mille priorità, rischi di non centrare nessuno dei tuoi obiettivi.
Se al contrario concentri tutti i tuoi sforzi su un’unica priorità, le tue probabilità di successo saranno immensamente più alte. Questa è una delle prime lezioni che ho cercato di evidenziare nel mio libro. Nello specifico, tra le prime sfide che propongo ai lettori, vi è quella di definire un # mantra, ovvero una “parola d’ordine” che li accompagna per il resto dell’anno e che rappresenta il loro obiettivo prioritario, la loro visione da manifestare nel mondo.
 2. Concentrarsi sugli Output
Ogni obiettivo ha due componenti: le azioni (input) che dobbiamo compiere per raggiungere l`obiettivo prefisso (output). I risultati che poi otteniamo concretamente sono gli outcome.
Sulle azioni, ovvero gli output, abbiamo il pieno controllo. Sui risultati, ovvero gli outcome, non sempre.
Naturalmente noi ci concentriamo sempre su ciò di cui non abbiamo il controllo (i risultati) e ci demotiviamo dopo pochi giorni se questi risultati non arrivano. Il segreto in questo caso è definire obiettivi basati esclusivamente sulle azioni su cui abbiamo il 100% del controllo (gli output).
3. Tenere un Segnapunti
È un po’ difficile capire se stai vincendo o meno, se nessuno segna i punti, giusto? Non prendiamoci in giro: anche se sarai super-efficace nel nuovo anno, ti capiteranno comunque giornate in cui ti sembra di lottare contro il mondo intero. Queste giornate possono spezzarti la schiena (e la motivazione). Ecco perché è così importante avere un segnapunti e sto parlando proprio di un riferimento grafico (un foglio di carta, un foglio Excel, etc.) in cui tenere traccia dei progressi verso i tuoi obiettivi. Il segnapunti ti aiuterà ad andare avanti anche nelle giornate storte e tirerà fuori il tuo “io competitivo” nelle tue giornate migliori.
 4. Fare SAM regolari
Questo acronimo sta per: Stato Avanzamento Mantra. Un SAM non è altro che un appuntamento fisso giornaliero (può durare anche meno di 15 minuti, per esempio la mattina presto mentre prendi il primo espresso), durante il quale fare il punto della situazione sulla tua priorità annuale, valutare quali azioni sono state compiute rispetto al SAM precedente e definire le azioni da portare a termine prima del successivo SAM. Ti anticipo subito che fare dei SAM regolari non è facile, ma possono davvero aiutarti a rendere il nuovo anno, il migliore anno della tua vita. Quando rispetti questo appuntamento e fai i conti con quello che hai fatto e quello che devi fare, non ci sono più scuse che tengano. Io per esempio utilizzo il mio I Phone, ma può essere un diario cartaceo, che puoi utilizzare la sera prima di andare a letto o la mattina, dopo che ti sei alzato.
5. Vivere ogni giorno un ciclo completo di FLOW (passando dalle fasi più dinamiche nella prima parte della giornata a quelle di rilassamento parziale e totale alla fine di questa). In questo maniera si percepisce questo ritmo come una parte integramento del nostro ritmo biologico. Nel libro e nel mio coaching spiego in dettaglio come farlo.
6. Aiutare altre persone a manifestare la migliore versione di se stessi, seguendo la sequenza THINK (rifletti) > FEEL (percepisci) > ACT (agisci) > BE (manifesta nel mondo la tua versione di te stesso).
7. Essere liberi di pensare ed agire, nonostante circostanze sfavorevoli nell'ambiente circostanze.
8. Non aspettare di avere il permesso da altri di fare quello che vuoi fare con passione e che sai fare bene o meglio di altri. JUST DO IT 
9. Ricordare che ogni cambiamento inizia sempre dentro di te
10. Avere il coraggio e la tenacia di servirsi del proprio intelletto per mettere in discussione lo STATUS QUO, verificare fatti e nozioni, in caso necessario provare il contrario di affermazioni e dogmi, creare con la forza del pensiero nuovi mondi e modi diversi di vivere, per lasciare una traccia nel mondo e possibilmente lasciarlo un pò migliore di come lo abbiamo trovato alla nascita.

“ONE DAY, YOU’LL BE JUST A MEMORY TO SOME PEOPLE. DO YOUR BEST TO BE A GOOD ONE”
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Dal momento che leggo molto è una domanda molto impegnante…se ci rifletto bene penso che sia

“IL CODICE DELLA MENTE STRAORDINARIA” di Vishan Lakhiani (fondatore di Mindvalley), un libro da leggere a mente aperta lasciandosi provocare. Interessante e ricco di spunti da accogliere. Lo stile è fluido, scorrevole, pieno di aneddoti personali, dai quali si trae sempre un insegnamento e delle nuove “regole” con le quali mettersi in gioco continuamente nella vita.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?

M: the best way to predict future is to create it
F: Sii il cambiamento che vorresti vedere nel mondo (Ghandi)
A: la consapevolezza è come una lanterna che illumina il sentiero di fronte a te in una notte buia.
Per acquistare il tuo libro…..
Nelle migliori librerie italiane e/o comodamente online su www.Kimerik.it, inserendo il mio Cognome GIANNECCHINI come parola chiave nella mascherina per la ricerca.
Se poi al lettore questa intervista è piaciuta e, soprattutto, è servita può anche scrivere una recensione su Kimerik. Mi fa sempre molto piacere leggere i feedback dei lettori, ma soprattutto serve ad altri anche a capire che in fondo non si è soli ad affrontare una sfida che oggi nel mondo moderno è comune a molte altre persone.
Grazie per l´intervista !