Intervista a Simonetta Marchesi

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Storie al di là

Racconti

Acquista online

16/12/2019

Simonetta Marchesi nasce a Milano nel 1962. Termina i suoi studi in ambito giuridico laureandosi in Giurisprudenza nel 1986. I primi passi con la macchina fotografica iniziano da bambina con il desiderio di documentare tutto ciò che la circonda. Solo da qualche anno riscopre questo strumento e la passione per la fotografia e intraprende un percorso formativo nell’ambito della fotografia e dell’arte.


Nuove parole, nuove emozioni. Eccoci con un'altra intervista. Oggi parliamo di Simonetta Marchesi, autore del libro “Storie al di là”.
Cominciano da questo libro: La copertina colpisce subito. Il titolo poi è molto diretto. Come mai questo titolo?
Non ci ho pensato molto, è arrivato ancor prima di concludere il libro, come una” illuminazione”! Ho cercato di visualizzare le mie fotografie di finestre, con i loro vetri e battenti, la loro luce e le loro ombre e percepivo che al di là di quelle finestre stava nascendo una piccola storia di vita da raccontare e quindi “Storie al di là”!
Quando e come nasce 'Storie al di là'?

Da sempre ho avuto un’attrazione “fatale” per le finestre! In macchina o a piedi, il mio sguardo è spesso rivolto in alto verso le finestre degli edifici, in particolare verso sera quando le luci sono accese. Luci ed ombre che mi inducono a indugiare nell’osservare quei vetri e captare attimi di intimità all’interno delle stanze, al di là delle finestre. Ho cominciato non solo ad osservare ma anche a fotografare finestre di alcune città europee che ho ultimamente visitato e che mi hanno colpito per la loro bellezza, per la loro unicità o ordinarietà. Tuttavia seppur belle immagini sentivo che nasceva in me il desiderio di farle vivere immaginando la vita al di là di quei vetri. E dopo aver raccolto in un anno e mezzo dieci fotografie di finestre ho deciso che ne avrei scritto le storie al di là!
Quindi c'è un luogo o un momento particolare in cui dice: Ecco finalmente adesso scrivo questa storia?
In questo caso sono state proprio le immagini delle finestre impresse sulla carta fotografica a suggerirmi di scrivere queste storie.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Ho un account su Facebook e Instagram. Ma non sono molto social!!!Una cosa giusta….
Cosa le piace?
A proposito del mio tempo libero, mi piace fotografare ovunque io vada soprattutto in viaggio e coltivo da 4 anni questo hobby che ogni tanto mi dà qualche soddisfazione!
Un’altra situazione che mi fa stare bene è passare il mio tempo libero con i miei amici, quelli veri quelli con cui ho vere affinità e con cui posso condividere belle esperienze.
Cosa non le piace?
Ciò che mi mette a disagio ovvero la maleducazione la prepotenza e l’insensibilità.
Adesso può scegliere. Immagini di dover scegliere. Per il suo libro si augurerebbe una traduzione in inglese o una trasposizione cinematografica?
Credo si adatterebbe meglio una traduzione in inglese piuttosto che una trasposizione cinematografica ma sarei ben disposta verso chiunque abbia idee propositive nei confronti del mio libro!!!!
Il suo pubblico ideale ha 20 50 o 70 anni? Ha un target di riferimento?
Sinceramente non lo so. Credo che il mio pubblico ideale non dovrebbe avere età ma sensibilità!
Saluti i suoi lettori con un aforisma che parli di lei e delle sue emozioni...
“La vita è fatta di piccole felicità insignificanti, simili a minuscoli fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e grazie alla quale vive.
(Banana Yoshimoto)”.