Intervista a Andreas Georgallides

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Poco più vuoto

Poesie

Acquista online

18/06/2020

Andreas Georgallides, laureato in Scienze pedagogiche, in Storia-Archeologia, una laurea e un dottorato in Filosofia, ha pubblicato diverse raccolte poetiche. Nel 2019 è stato premiato con la Medaglia d'argento dall'Accademia delle Scienze, delle Lettere e d'Arte di Parigi per il suo contributo collettivo in poesia.
Oggi l’autore ci parlerà un po’ di sé e del suo libro “Poco più vuoto”. Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Questo libro è stato pubblicato per la prima volta nel 2018 in greco e in italiano e nel 2019 in lingua francese. Dati i molti commenti positivi ricevuti, ho deciso di procedere con la sua traduzione in altre lingue. È già stato tradotto in spagnolo, in tedesco, in russo e in persiano ed è in attesa di essere pubblicato pure in altre lingue entro l’anno 2021.
Quando e come nasce “Poco più vuoto”?
Alcuni anni fa ho iniziato a scrivere una poesia con la voglia che i suoi versi parlassero veramente per sé stessi. Infine non ci sono riuscito. A tal proposito però ho raccolto le parole, o meglio gli anti-versi, di tutto ciò che avevo scritto e composto, così ho realizzato questo libro.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Non ne ho.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
In questo periodo sto scrivendo qualcosa. Ho abbozzato un’opera ancora non pubblicata e una parte di essa vedrà la luce del pubblico appena possibile.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Io lavoro come Docente associato presso l’Università di Cipro. Mi piace leggere e scrivere filosofia e poesia.
Cosa le piace?
Guardare il mare e ascoltare il silenzio.
Cosa non le piace?
La distanza dalla verità.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Le relazioni vere che ottengo con gli altri e con me stesso.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
The Rose di William Butler Yeats.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Su ciò di cui non si può parlare, si deve tacere (Tractatus Logico-Philosophicus 7, Ludwig Wittgenstein).