Intervista a Manuela Rotili

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

I favolosi racconti del tempo che fu

Libri per bambini

Acquista online

19/05/2021

Manuela Rotili è nata a Roma nel 1967. Maggiore di tre figli, e prima nipote, da sempre si occupa di sorelle e cugini e li intrattiene con le sue storie fantastiche inventate sul momento. Dopo un lungo periodo di solitudine, in cui si dedica interamente allo studio, conosce il suo attuale compagno, con cui si trasferisce in un piccolo paese di montagna. In questo periodo riprende in mano i vecchi quaderni con le favole che scriveva per i bambini e rifioriscono vecchie passioni.
Oggi l’autrice ci parlerà un po’ di sé e del suo libro “I favolosi racconti del tempo che fu - Storie d'amore e d'avventura”.
Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Buongiorno, ho sempre avuto una grande fantasia, che esternavo nel disegno prima, nei temi scolastici poi. Quando andavo io alle elementari si dovevano scrivere sul quaderno i “pensierini”, piccole frasi per bambini che avevano i primi approcci alla scrittura. Tutti i bambini erano spaventati da questo compito, che io, invece, svolgevo con piacere e bene. Quando ero più grande erano i temi in classe il mio compito preferito. Non ero la prima della classe, ma andavo bene in tutte le materie dove scrivere era importante. E’ stato alle superiori, però, che una brava insegnante di italiano, mi ha parlato per la prima volta della scrittura creativa, e vedendo il mio interesse, mi ha fatto fare un piccolo corso. Le prime “bozze “ le ho create in quel periodo: avevo 14 anni. Ma poi la vita mi ha portato su strade diverse, e pur continuando a scrivere ( ho pubblicato alcune piccole cose in collaborazione con le strutture dove lavoravo), solo negli ultimi due anni ho avuto la possibilità di concretizzare il mio lavoro.
Quando e come nasce “I favolosi racconti del tempo che fu - Storie d'amore e d'avventura”
I racconti del tempo che fu, nasce proprio da qui: i personaggi erano già sui miei quaderni, poi una sera, durante il lockdown , mentre pulivo un vecchio cassetto, li ho trovati, erano vecchi e pieni di cancellature e aggiunte, che avevo fatto nel tempo. La lettura non mi riusciva scorrevole. Ho pensato che avendo il tempo avrei potuto metterli sul Pc, in modo che fossero leggibili anche ad altri. Ma quei personaggi creati dalla mia mano infantile, hanno preso vita, ed ho provato la stessa frenesia di scrivere che avevo da ragazza, non riuscivo più a fermarmi, mi era presa una specie di febbre, come se nella mia testa, sapessi già le loro avventure, ma solo scrivendo le avrei potute riportare in vita. Ho fatto nottata, e da allora molte altre.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Ho un profilo facebook. Basta scrivere Manuela Rotili. Negli anni ne ho avuti altri, che poi ho abbandonato. L’ultimo si riconosce perché è molto attivo. Ho due pagine : Creazioni e Bijoux, dove racconto di altre mie passioni. E parlo anche del libro. Ultimamente, ho aperto un profilo Istagram.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Una volta partita chi mi ferma più? Alcuni dei personaggi del mio libro mi piacevano tanto che ho iniziato a scrivere altre avventure, una specie di seguito, ma in realtà le storie sono nuove e il nuovo libro sarà indipendente dal primo. Prendendo spunto da personaggi caratteristici che mi circondano, vorrei raccontarne la vita, ma in modo leggero e scorrevole. Ogni cosa a suo tempo. Non voglio fare le cose di fretta, scrivere mi gratifica, ma prima di parlare di progetti futuri, vorrei vedere l’effetto che questi racconti faranno sul pubblico.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Mi occupo di amministrazione, sono un’impiegata. A seguito di un incidente ho smesso di insegnare, e avevo trovato un ufficio che per la materia trattata, mi permetteva di svolgere il mio lavoro con un certo entusiasmo. Ma la vita ci mette spesso di fronte a scelte obbligate, e attualmente sono in una segretaria amministrativa di tutto rispetto, ma che non gratifica il mio spirito creativo. Così, nel tempo libero, mi occupo delle mie passioni, mi sono creata un laboratorio, dove mi rifugio quando ho bisogno di “staccare la spina”. Il lavoro manuale libera la mente scaricando le tenzioni, quando sono lì mi concentro esclusivamente sull’oggetto da creare. Come per la scrittura quando qualcosa cattura la mia attenzione, immagino cosa potrà diventare. Raccolgo materiale naturale, lo faccio essiccare e creo piccoli oggetti d’arredo .Per questi lavori sono stata spesso chiamata dalla proloco dei borghi antichi, in occasione di manifestazioni artigianali. E le foto di questi lavori sono negli archivi comunali. A causa del Covid, queste manifestazioni sono state abolite, ma ho tenuto il laboratorio comunque attivo, per mia soddisfazione personale. A volte organizzo visite gratuite in occasione di feste a tema, il Natale è la mia festa preferita.
Vivo con il mio compagno, Antonio, il mio cane, Lillo e due gatti Roshin e Leo che sono i nostri bambini; ci alterniamo tra la mia casa di Roma, dove lavoro e ho il laboratorio, e la sua casa in Abruzzo, dove trovo maggiore ispirazione, e dove facciamo lunghe camminate per reperire materiale.
Cosa le piace?
Adoro la Natura, il mare, i laghi, i ruscelli di montagna, scrivere e leggere. Sono una lettrice accanita, adoro Walt Disney, Agatha Christie, Oriana Fallaci, Dan Brawn, Ken Follet, Michael Connelly e Camilleri, ma non disdegno anche libri d’epoca. Mi piace fare dolci e, mangiarli!
Cosa non le piace?
Non sopporto l’ipocrisia, i bugiardi e i chiacchieroni.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Ho 54 anni e la mia vita è stata abbastanza movimentata e alcune esperienze vissute non sono state piacevoli, quindi quello che reputo fondamentale adesso, per me e per la mia famiglia, è la ricerca della serenità.
Una vita tranquilla e senza troppi scossoni, cercando di trovare il tempo per fare quello che mi piace.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Negli ultimi tre anni ho scoperto Hosseini. Ho letto tre dei suoi libri e mi sono piaciuti tutti molto.
Ma credo che, se dovessi scegliere, Mille splendidi soli sarebbe il mio preferito.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
”Qualunque cosa tu possa fare,
qualunque sogno tu possa sognare,
comincia.”
(Goethe)