Intervista a Vincenzo Turba

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Brigida, Oddone e il Predicatore

Narrativa

Acquista online

24/05/2021

Vincenzo Turba, nato a Milano il 23 giugno del 1924, cultura classica, dottore in Legge, già funzionario della “American International Underwriters”, risiede attualmente in provincia di Bergamo, a Ponte San Pietro.
Oggi l’autore ci parlerà un po’ di sé e del suo libro “Brigida, Oddone e il Predicatore”.
Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Ho scritto il romanzo perché ritenevo che più degli altri potesse far conoscere al pubblico le mie idee sulla nascita nostra e dell'Universo.
Quando e come nasce “Brigida, Oddone e il Predicatore”?
Il romanzo nasce quando mi sono reso conto che i precedenti non erano riusciti, come invece fecero Brigida ed Oddone, ad intessere una trama, quella della ricerca della verità assoluta, che avrebbe portato alla conoscenza del cammino su cui incamminarsi per svelare tanti misteri.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
La vostra domanda non mi è chiara: se ho un profilo sui social l'ho in Facebook. Il mio domicilio è dove abito, quello virtuale nelle idee.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Scriverò altri romanzi quando nella mia fantasia si affacceranno nuovi misteri da svelare.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
A 96 anni mi occupo in prevalenza di me stesso, della vita trascorsa, degli errori che ho commesso e non tralascio di pensare alle persone che mi hanno voluto bene e cui sarò sempre grato.
Cosa le piace?
Mi piacciono le miriadi di anime ed idee che pullulano nell''Universo.
Cosa non le piace?
Non mi piace la musica, la moda, il modo di pensare del mondo d'oggi.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Riuscire sempre a camminare sulla retta via e correggere la rotta qualora non lo facessi.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
I libri più belli sono stati due: 'Il sogno' di Emile Zola e 'La storia' di Elsa Morante.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Sono contrario alla materia senza spirito.