Intervista a Paola Cecilia Minervino

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

Ciak si gira l'Arte

Teatro

Acquista online

18/06/2021

Paola Cecilia Minervino è architetto e presidente da circa cinque anni di un’associazione di arte e teatro, denominata “Officina delle Arti” con sede a Vieste, dove organizza laboratori di disegno, pittura, teatro e scenografia, arti creative per bambini.
Ha pubblicato nel gennaio 2021 una raccolta di storie di fantasia scritte e illustrate dai bambini dell’Associazione “Officina delle Arti” durante il periodo di lockdown nel marzo 2020, dal titolo 'Fantasticando Coronavirus'.
Oggi l’autrice ci parlerà un po’ di sé e del suo libro “Ciack, si gira l’arte”.
Ci vuole dire come mai è arrivata a questa pubblicazione?
Ho fuso arte e teatro creando dei laboratori artistico-teatrali, scrivendo copioni inediti risaltando i grandi artisti della storia dell’arte. Ho dunque pensato che potesse essere utile divulgare questi copioni a educatori, scuole, insegnanti ed ho scritto questa pubblicazione. Inoltre è un dono per me stessa e tutti i bambini che sono stati partecipi agli spettacoli pubblicati nel volume“Ciack, si gira l’arte”.
Quando e come nasce “Ciack, si gira l’arte”?
Nasce da una raccolta di copioni inediti utilizzati per spettacoli teatrali svolti a conclusione dei laboratori con i bambini dell’Associazione Officina delle Arti di cui sono presidente.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Profilo Facebook personale e profilo Facebook Associazione Officina delle Arti
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Ho altri progetti sulla riga di questa pubblicazione, si potrebbero portare in scena scienziati, scrittori storici oltre agli artisti.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Sono architetto. Altro non rivelo, sono molto riservata.
Cosa le piace?
Adoro i bambini, l’arte, il teatro, la musica del pianoforte, i paesaggi fantastici, gli eventi culturali.
Cosa non le piace?
L’eccessivo uso della tecnologia.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
L’amore per se stessi e ciò che si crea.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
'Le braci' di Carlos Ruiz Zafón.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
L'arte ci consente di trovare noi stessi e di perdere noi stessi nello stesso momento.