Intervista a Laura Maccari, autrice del libro “Il Sogno nei Segni”

Laura Maccari nasce a Sanremo il 4 giugno 1994; si laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione. Dalla commistione armoniosa tra l’amore per la lettura, la passione per la scrittura e il rapporto unico con il nonno materno, prende forma questa prima importante opera.

Oggi ci parlerà un po’ di sé e del libro “Il Sogno nei Segni”. Ci vuole dire com’è arrivato a questa pubblicazione?
La scelta di pubblicare questo libro e di intraprendere questo percorso è dettato da due grandi ragioni, la prima è la perdita di mio nonno e l’incredibile voglia di renderlo eterno, dedicandoci qualcosa che durerà per sempre e la seconda è superare i miei limiti personali ed emotivi, ovvero oltrepassare il dolore concentrandosi su qualcosa di estremamente bello e allo stesso tempo di grande impatto emotivo, creando tutto su misura.

Quando e come nasce “Il Sogno nei Segni”?
Nasce una decina di anni fa, quando penso a questo libro mi viene in mente le penne stilo e la bella grafia su fogli di carta immacolati, l’odore delle candele, del cioccolato e soprattutto della lavanda, chiunque abbia avuto dei rapporti con i propri nonni, di qualche modo trasmettono quello che adesso verrebbe descritto OLDSCHOOL, quell’insieme di emozioni, di sensazioni, odori o comportamenti che rimangono per sempre. Nonostante la mia giovane età custodisco con estrema gelosia gli insegnamenti che mi hanno dato, con la consapevolezza che il connubio tra il vecchio e il moderno dà inizio all’infinito. Ovviamente la stesura è stata un insieme di emozioni incredibili, dalla realizzazione della copertina, al far leggere ai miei amici più stretti delle parti salienti, una condivisione di sensibilità e di intensità, che purtroppo nella società moderna è difficile vivere quotidianamente.

Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Ho profili Social e ho riflettuto molto sul dare o meno i nomi dei miei profili, ma penso che se la mia esperienza possa essere di aiuto, allora ben venga, ho un profilo Facebook e Instagram, semplicemente con il mio Nome, Laura Maccari.

Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Ho moltissimi progetti nel cassetto e sono molto superstiziosa, per tanto come direbbe Coelho, “il guerriero della notte è segreto nei suoi piani e palese nelle sue gesta”.

Cosa le piace?
Adoro leggere, fare molto sport, gli animali, la montagna e i viaggi, tutte quelle azioni che servono ad essere più “Open mind” possibile, sono una persona estremamente semplice e al contempo stesso complicata.

Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
La mia vita è una questione di priorità, in continuo mutamento, adesso le più importanti sono la mia famiglia, i miei amici, il mio Gigio e me.

Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Leggo una notevole quantità di libri, dai generi più svariati, ma quello che mi ha colpito di più negli ultimi anni è “Una vita come tante” di Yanagihara.

C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
Sicuramente: “chi ha tempo non aspetti tempo”.

Alla prossima emozione condivisa e buona lettura:

Link del libro 
Pagina dell’autrice